Importazione di derrate alimentari e alimenti per animali

Negli ultimi dieci anni sono stati importati in Svizzera tra 3,0 e 3,8 milioni di tonnellate di derrate alimentari all’anno, di cui l’80% proveniente dall’Europa. Nel 2017 i gruppi più importanti di derrate alimentari sono stati bevande analcoliche (0,8 milioni di tonnellate), frutta (ca. 0,6 milioni di tonnellate), frutti e semi oleosi (ca. 0,5 milioni di tonnellate), cereali (ca. 0,3 milioni di tonnellate1) e verdura (ca. 0,3 milioni di tonnellate).

Una parte delle derrate alimentari importate viene trasformata ulteriormente in Svizzera e riesportata, per esempio il caffè in forma di capsule. Per tale motivo, le statistiche di importazione della dogana non indicano con precisione qual è la percentuale di derrate alimentari importate rispetto al consumo totale. A fornire un’idea più precisa è il grado di autoapprovvigionamento per le derrate alimentari, che per la Svizzera ammonta a circa il 50 %, anche se esistono differenze a seconda dei gruppi di prodotti. Secondo il Rapporto agricolo 2017 dell’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG), per i prodotti di origine animale la quota nazionale ammonta al 99 % circa, mentre per i prodotti di origine vegetale al 24 %.


Figura 1: Importazione di derrate alimentari in milioni di tonnellate dal 2007 al 2017 secondo Swiss-Impex,
Amministrazione federale delle dogane (AFD)

Circa l’85 % degli alimenti per animali è di produzione nazionale. Il foraggio grezzo proviene quasi esclusivamente dalla Svizzera (98 %), per gli alimenti concentrati la quota scende a circa il 39 %. Negli ultimi 10 anni sono stati importati tra 1,4 e 1,8 milioni di tonnellate di alimenti per animali in Svizzera. Come per le derrate alimentari, circa l’80 % delle importazioni proviene dall’Europa.


Figura 2: Importazione di alimenti per animali in milioni di tonnellate dal 2007 al 2017 secondo Swiss-Impex,
Amministrazione federale delle dogane (AFD).

 

 

Fonte : Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV
Scaricate la scheda informativa qui.